Frantoiodorazio

Nella bassa Murgia, lì dove Giangirolamo Acquaviva d’Aragona “Guercio delle Puglie” ha lasciato evidente il segno del suo passaggio. Lì dove si respirano ancora le contaminazioni della storia, dai Normanni agli Angioini passando attraverso gli Svevi. Nella elegante Conversano, incastonata in una terra brulla, ma ricca. Ecco, proprio in quest’angolo di Puglia, dove risuona ancora l’eco delle badesse, inizia la storia della famiglia D’Orazio. 

Da tre generazioni Francesco, come suo zio Peppino e ancora prima suo padre, respira i profumi della terra, si muove tra ulivi centenari immersi nella magia di un mondo contadino che detta le regole della vita. Peppino è il passato, con tutto il suo bagaglio di esperienza e di tradizione; Francesco è il futuro, spinto da una curiosità che associa all’esperienza di famiglia la voglia di innovazione. Il tutto si lega in una ossessione per la qualità e per il bello. 

Ed è così che, in un percorso di continua ricerca e valorizzazione delle materie prime, di quelle cultivar che danno sostanza alla storia contadina di questo territorio, hanno voluto associare una veste bella che parlasse anch’essa di identità. Sono nate da qui le collezioni ispirate alle maioliche nelle quali gli artigiani dell’olio conservano sua maestà l’extravergine d’oliva.

Il D’ARAGONA

Ha un gran carattere, ma si distingue anche per armonia, complessità ed equilibrio. Mai invasivo, è un ottimo compagno per tutte le pietanze. Il D’Aragona è un olio 100% made in Conversano, che parla del territorio in cui nasce, radicato in questa storia, insieme a ulivi piantati a macchia di leopardo. Il nostro è un olio ricco: prevale la cultivar Olivastro, ma convivono in perfetta sintonia anche le cultivar Simone, Coratina, Leccino, Cima di Mola, Cima di Melfi, Nociara e Pesciolen. Un blend con un’attrattività multisensoriale: prima l’olfatto, poi sguardo e palato. Alla vista il D’Aragona si presenta con il suo colore giallo limpido con riflessi verdi, che lasciano il posto poi a profumi eleganti, erbacei, di frutta matura. In bocca si caratterizza per il suo fruttato leggero, con una nota piccante che accompagna una chiusura piacevolmente mandorlata.